Sezione
Pavari
Numero inventario
4756
Famiglia
Fagaceae
Sinonimi
Areale
Algeria - Morocco - S. Europe - N. Asia Minor
Descrizione sintetica
Il leccio può assumere forma arbustiva o arborea; in quest' ultimo caso, raggiunge altezze intorno ai 25 m. La chioma è subsferica e color verde scuro. I rametti giovani sono dapprima grigio-tomentosi e poi glabri e grigio-verdastri. La corteccia è inizialmente grigia e liscia per poi diventare bruno-scura con piccole placche quasi persistenti. Le foglie, lunghe 3-7 cm e larghe 1,5-2,5 cm, sono lanceolato-ellittiche, color verde scuro superiormente e chiare inferiormente. Il picciolo, lungo 5-15 mm, è peloso e con stipole caduche. Le ghiande, in gruppi di 1-5 e lunghe 1,5-3 cm, sono bruno-scure con striature scure e mucrone apicale; la cupola ha squame con punta libera. Il leccio è una specie sciafila e termo-xerofila, anche se sopporta il freddo meglio di tutte le altre specie che compongono la vegetazione sclerofillica mediterranea. Il legno viene utilizzato come legna da ardere e per fare carbone, mentre risulta difficile la sua lavorabilità.
Bibliografia descrizione
Gellini R., Grossoni P., 1998 - Botanica forestale. Vol. 2 - Angiosperme. CEDAM, Padova.
Krüssman G., 1976-1986 - Manual of cultivated broad-leaved trees and shrubs. Voll. 1-3. Batsford Ltd. London (U.K.).
Top page